EDILIZIA.TV
Rated 4/5 based on 98 reviews
?
^ Torna su
SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITĄ)

SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ)
La SCIA è lo strumento amministrativo che consente l'immediato avvio dei lavori sotto la responsabilità dei soggetti che la sottoscrivono.

Introdotta nel 2010, la segnalazione ha subito diverse modifiche e integrazioni che ne hanno definito i contorni e gli ambiti d'azione. In particolare, la modifica intervenuta nel 2016 con il D.Lgs. 222, ha stabilito gli ambiti di intervento per i quali è possibile presentare la  SCIA:

  • interventi di manutenzione straordinaria, intesi come "le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso";
  • gli interventi di restauro e di risanamento conservativo, cioè "gli interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili", qualora riguardino le parti strutturali dell'edificio;
  • interventi di ristrutturazione edilizia consistenti in "interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente".
Inoltre, è possiible ricorrere alla SCIA nei casi di varianti al permesso di costruire quando la variante:
  • non incide sui parametri urbanistici e sulle volumetrie;
  • non modifica la destinazione d'uso e la categoria edilizia;
  • non altera la sagoma dell'edificio (se sottoposto a vincolo artistico o paesaggistico);
  • non viola eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire.
Prima di avviare la procedura, oppure contestualmente alla presentazione della segnalazione, l'interessato può richiedere all'ufficio competente di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso necessari per l'intervento edilizio.
L'attività può essere iniziata contestualmente alla presentazione della segnalazione, a meno che l'interessato non abbia richiesto al'ufficio l'acquisizione degli atti di assenso: in questo caso, i lavori possono iniziare dopo la comunicaiaone dell'avvenuta acquisizione oppure dopo 60 giorni dalla richiesta.

In generale, se la normativa prevede acquisizione di atti o pareri da organi o enti appositi, tali documenti poso sostituiti da certificazioni, attestazioni e asseverazioni o certificazioni di tecici abiitati i nmerito alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti previsti dalla legge, dagli strumenti urbanistici e dai regolamenti edilizi.
Il Comune, qualora entro 60 giorni dalla presentazione della SCIA accertasse una carenza di requisiti e presupposti necessati allo svolgimento dell'attività, può:
  1. vietare con motivati provvedimenti la prosecuzione dell'attività e disporre la rimozione dei suoi evenutali effetti dannosi;
  2. fissare un termine, comunque non inferiore a 30 giorni, entro cui il richiedente deve adeguarsi alla normativa vigente.
Trascorsi i 60 giorni, il Comune può intervenire solo in presenza di pericolo di danno per il patrimonio artistico e culturale, per l'ambiente, per la salute, per la sicurezza pubblica o la difesa nazionale.

La SCIA ha un'efficacia massima di 3 anni. L'interessato è tenuto a comunicare al comune la data di ultimazione dei lavori. Il tecnico abilitato deve inoltre rilasciare un certificato di collaudo finale.

La mancata presentazione della segnalazione certificata di inizio attività, comporta l'applicazione delle sanzioni previste nel Titolo IIV Capo II del DPR 380/2001.
 
Architetto Filippo Curigliano
info:346.6416888
mail: archcurigliano@libero.it
 
 
 
 
 


CHIUDI
Informativa ai sensi della legge 30 Giugno 2003 N.196 e sue successive modificazioni: "Codice in materia di protezione dei dati personali".
Con la compilazione del modulo d'ordine, acquisite le informazioni di cui all'art.13 della legge 196/03, il cliente acconsente a mettere a disposizione i suoi dati personali che saranno utilizzati ai soli fini commerciali, fiscali, amministrativi e informativi inerenti la nostra attivita'.
Ai sensi della citata legge, Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264 , con riferimento ai dati personali acquisiti o che verranno acquisiti in relazione ai rapporti contrattuali intercorsi col cliente o a quelli che potranno esclusiva finalita' di poter svolgere in modo adeguato la propria attivita' economica; che i dati personali sono e saranno trattati in modo lecito, secondo correttezza e nel rispetto della citata legge, sia con sistemi informatizzati che cartacei; la raccolta dei dati personali ha natura obbligatoria, dovendosi dar corso anche agli adempimenti di legge fiscale; i dati potranno essere comunicati ad organizzazioni terze (banche, enti assicurativi, corriere espresso) esclusivamente per lo svolgimento del nostro rapporto e nell'ambito degli incarichi a noi conferiti; ai sensi dell'art. 7 della legge 196/03 ricordiamo inoltre che in ogni momento sara' possibile avere accesso ai propri dati personali, modificarli, cancellarli o opporsi al loro utilizzo scrivendo con posta raccomandata a:
Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264