EDILIZIA.TV
Rated 4/5 based on 98 reviews
?
^ Torna su
NORMATIVA

PROROGA AGLI INCENTIVI? FORSE, MA DIPENDE DAL QUADRO POLITICO
Proroga delle detrazioni fiscali e pianificazione urbanistica all'insegna dell'efficienza energetica. Sono alcuni dei pilastri su cui poggia la Sen, Strategia energetica nazionale, approvata i primi di marzo dai Ministri uscenti Clini e Passera con cui si delineano le misure per il raggiungimento di una maggiore sostenibilità entro il 2020. È per l'appunto un documento di strategia che necessita di successiva approvazione e proroga con specifica legge o decreto. Il documento approvato cerca di rispondere a quattro sfide: abbassare I prezzi dell'energia, che sono più alti rispetto agli altri Paesi UE, raggiungere e superare l'obiettivo di decarbonizzazione dell'economia, rendere l'approvvigionamento di energia più sicuro e meno dipendente dall'estero, favorire la crescita sostenibile.
Il raggiungimento degli obiettivi si articola in sette priorità: efficienza energetica, mercato competitivo del gas, sviluppo sostenibile delle energie rinnovabili, sviluppo delle infrastrutture e del mercato elettrico, ristrutturazione della raffinazione e della rete di distribuzione di carburanti, produzione sostenibile di idrocarburi e modernizzazione del sistema di governance.
INCENTIVI PER L'EFFICIENZA
Secondo il testo approvato, grazie al Paee, Piano di Azione sull'Efficienza Energetica, sono già stati raggiunti risultati importanti. Dal 2007, ad esempio, sono stati attivati i certificati bianchi, le detrazioni del 550/o per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici e il Conto termico.
Nonostante il successo ottenuto, le misure si sono scontrate con gli alti investimenti iniziali richiesti e la scarsa consapevolezza sui potenziali risparmi. Per questi motivi la Sen si propone di prorogare il periodo di vigenza delle detrazioni fiscali del 550/o introducendo delle correzioni in grado di rendere più efficiente ed efficace il meccanismo incentivante. Si pensa quindi ad una differenziazione della percentuale di spesa detraibile, così come a parametri di costo massimo ammissibile in base alla tipologia di intervento effettuato, ma anche a sistemi per evitare la sovrapposizione con altri incentivi. Secondo la Sen, dovrebbe inoltre essere studiata un'incentivazione diretta a favore delle Pubbliche Amministrazioni, che per vincoli di bilancio o per l'impossibilità di accedere a determinati bonus finora hanno avuto difficoltà ad avviare gli interventi di riqualificazione energetica. La Sen pensa poi ad incoraggiare la cogenerazione ad alto rendimento incentivando non solo le nuove installazioni, ma anche la sostituzione degli impianti esistenti.
RIEPILOGO INCENTIVI ATTUALI PER RISTRUTTURARE
Si tratta del Decreto Sviluppo dedicato alla ristrutturazione. Due, i dati fondamentali. Il bonus fiscale è passato dal 36% fino a un tetto massimo di 48 mila euro per contribuente (per un beneficio massimo di 17.280 euro in dieci anni) al 50% per un tetto massimo di 96 mila euro (per un beneficio massimo di 48 mila euro in dieci anni). Alla scadenza, il 30 giugno 2013, il bonus rispetterà i vincoli precedenti. Anche le opere di riqualificazione, da distinguere rispetto a quelle di ristrutturazione, usufruiscono di novità positive. Il bonus che doveva scadere il 31 dicembre, infatti, è stato prorogato di altri sei mesi con una riduzione della quota detraibile, che scenderà dall'attuale 55% (in vigore fino alla fine del 2012) al 50%. I due bonus non sono cumulabili.
LE TAPPE PER ACCEDERE AL BONUS ENTRO IL 30 GIUGNO
La prima regola degna di nota riguarda l'obbligo di pagare tutto con bonifico bancario, considerando che la data del pagamento è quella che conta per ottenere il bonus fiscale. I lavori, dunque, non devono necessariamente essere conclusi entro il 30 giugno 2013, ma vanno pagati entro quella scadenza. Queste, le altre norme fondamentali, secondo il D.L. 201 del 06.12.11 convertito nella Legge 214/2011:

  • La detrazione è riconosciuta solo per le unità immobiliari residenziali e le relative pertinenze;
  • La detrazione deve essere diluita in 10 rate a partire dall'anno di sostentamento della spesa, e sono state abrogate le agevolazioni per gli over 75 e 80;
  • In fase di compilazione del 730 o del Modello Unico devono essere indicati i dati catastali identificativi dell'immobile oggetto di ristrutturazione;
  • I bonifici di pagamento devono essere effettuati compilando l'apposito modello contenente i dati del beneficiario e gli estremi della fattura; nel dettaglio, dovranno essere compresi: causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato;
  • Devono essere conservati tutti i documenti, per eventuali controlli, tra cui: le abilitazioni amministrative edilizie, l'accatastamento dell'immobile; le ricevute di pagamento dell'IMU, le delibere assembleari, le eventuali comunicazioni agli uffici competenti.
 
Fonte: 100 idee per ristrutturare


CHIUDI
Informativa ai sensi della legge 30 Giugno 2003 N.196 e sue successive modificazioni: "Codice in materia di protezione dei dati personali".
Con la compilazione del modulo d'ordine, acquisite le informazioni di cui all'art.13 della legge 196/03, il cliente acconsente a mettere a disposizione i suoi dati personali che saranno utilizzati ai soli fini commerciali, fiscali, amministrativi e informativi inerenti la nostra attivita'.
Ai sensi della citata legge, Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264 , con riferimento ai dati personali acquisiti o che verranno acquisiti in relazione ai rapporti contrattuali intercorsi col cliente o a quelli che potranno esclusiva finalita' di poter svolgere in modo adeguato la propria attivita' economica; che i dati personali sono e saranno trattati in modo lecito, secondo correttezza e nel rispetto della citata legge, sia con sistemi informatizzati che cartacei; la raccolta dei dati personali ha natura obbligatoria, dovendosi dar corso anche agli adempimenti di legge fiscale; i dati potranno essere comunicati ad organizzazioni terze (banche, enti assicurativi, corriere espresso) esclusivamente per lo svolgimento del nostro rapporto e nell'ambito degli incarichi a noi conferiti; ai sensi dell'art. 7 della legge 196/03 ricordiamo inoltre che in ogni momento sara' possibile avere accesso ai propri dati personali, modificarli, cancellarli o opporsi al loro utilizzo scrivendo con posta raccomandata a:
Edilizia.Tv - Via Europa, 108, 31040 Giavera del Montello (TV) - tel. 0422.775465 - fax 0422.882380 - p.iva: 04452480264